Gli affreschi di San Rocco a Gatteo

Gli affreschi di San Rocco sono contenuti e ammirabili all'Oratiorio di San Rocco di Gatteo.
Riguardanti pitture votive risalenti circa al XV XVI secolo, gli affreschi rappresenato le pestilenze che la gente del luogo ha subito nel 1435-36 e 1458-61.

Durante il periodo delle pestilenze i santi più popolari e invocati erano San Rocco, San Sebastiano e San Cristoforo, per questo nelle pitture votive sono i maggiormente rappresentati.

Fra gli affreschi vengono raffigurati:
SAN ROCCO VESTITO DA PELLEGRINO: con una mano indica la coscia ulcerata da una piaga, oppure una ferita di freccia;
SAN SEBASTIANO TRAFITTO DA FRECCE: le frecce rappresentano in pittura l'attacco della peste che inaspettatamente si abbatte sulla popolazione. Il Santo in questo dipinto si frappone fra le frecce (peste) e la popolazione a protezione del popolo;
SAN CRISTOFORO: vedere San Cristoforo, secondo la tradizione, stava a significare il non morire in giornata;
• Sant'Antonio Abate, San Martino, San Giorgio, San Gregorio Magno, San Giovanni Battista, Santa Lucia, Santa Caterina da Siena.


Tra gli affreschi troviamo:
• San Giorgio e il drago
• Madonna, Bambino, S. Rocco e S. Caterina da Siena
• Flagellazione simbolica della Chiesa rappresentata dal Papa alla colonna dei manigoldi
• Madonna con Bambino e San Rocco
• Madonna e Sant’Antonio Abate
• Madonna in trono con bambino e i Santi Elena, Gottardo e Giovanni Battista
• Santa Caterina d’Alessandria
• San Sebastiano
• Cristo in croce con le pie donne e San Giovanni Evangelista